Fantasy

Come suggerisce il nome stesso, il genere Fantasy ha come peculiarità imprescindibile la presenza del “fantastico”, inteso come elemento magico e soprannaturale. I protagonisti che abitano questo mondo sono spinti da un obiettivo che si realizza quasi sempre in viaggio periglioso, ricco di ostacoli e caratterizzato dalla presenza di antagonisti che tentano in tutti i modi di sabotare l’impresa dell’eroe. Si tratta di un viaggio anche interiore, di crescita, di presa di coscienza e di acquisizione di nuove capacità. Molto spesso l’ambientazione ideale del Fantasy è il medievale anglosassone, probabilmente perché è proprio dalla tradizione di tramandare oralmente racconti intrisi di folklore e mistero del mondo anglofono che nasce questo genere nella sua forma più embrionale. Quando il romanzo Fantasy si snoda in epoca contemporanea e in un contesto reale, si parla di URBAN FANTASY; i limiti non sono temporali ma spaziali, poiché l’avventura si articola in ambienti urbani, realistici, come per esempio una scuola. A differenza quindi del Fantasy più canonico, l’Urban mescola elementi del mondo magico con quelli del mondo reale.